Purificare i cristalli

Quando acquistiamo o riceviamo un cristallo la prima cosa che dobbiamo fare è purificarlo. Infatti, indipendentemente dalla forma, dal tipo e dalla grandezza ogni cristallo assorbe le energie delle persone e dei luoghi con cui si trova a venire in contatto, positive o negative che siano. Un minerale non purificato è spesso causa di disturbi e malesseri psico-fisici.

Ma come lo si pulisce dalle energie estranee? Esistono svariati modi per purificare un cristallo. Prima di tutto dobbiamo sempre tenere a mente che ogni minerale è diverso, non solo per l’aspetto esteriore e le proprietà 😉 ma anche per la sua composizione chimica e questo influisce molto sul metodo da usare (fregandosene si rischia di compromettere e rovinare il cristallo).

questi sono alcuni dei metodi che io utilizzo:

Purificazione con il sale

Per purificare i cristalli con il sale ci sono due metodi:

1. In un recipiente di coccio, legno o vetro mettiamo i nostri cristalli, li copriamo con del sale grosso e ve li lasciamo per uno o 3 giorni. Dopodichè prendiamo le pietre e le mettiamo sotto acqua fredda corrente per alcuni minuti. Quindi le asciughiamo con un panno morbido e pulito (possibilmente di fibra naturale) (o li lasciamo asciugare all’aria) .

2. Riempiamo un recipiente di vetro con dell’acqua fredda e vi sciogliamo del sale grosso. Quindi immergiamo i nostri cristalli e ve li lasciamo per almeno 6-7 ore (anche di più in base al nostro sentire). Trascorso il tempo stabilito prendiamo le pietre e le lasciamo sotto acqua fredda corrente per alcuni minuti e poi li asciughiamo con un panno morbido (o li lasciamo asciugare all’aria) .

Nota: il sale non è adatto per pietre come azzurrite, selenite, opale, dioptasio e altre pietre delicate; inoltre è sconsigliatissimo per tutti quei gioielli che contengono argento o rame perchè si ossidano.

Purificazione sotto la terra

In luna nuova o crescente seppelliamo i cristalli sotto terra (vicino ad un albero sarebbe meglio ma va bene su un vasetto di quelli da fiori di coccio) e ce li lasciamo per 7 giorni e 7 notti. Trascorso questo tempo li togliamo e li lasciamo alcuni minuti sotto acqua fredda corrente (e li puliamo delicatamente 😉 ), quindi li asciughiamo con un panno morbido (o li lasciamo asciugare all’aria). In alternativa alla terra si può usare l’argilla.

Nota: evitare assolutamente con le pietre porose

Purificazione in acqua corrente

Per una rapida purificazione porre le pietre sotto acqua fredda corrente per alcuni minuti.

Nota: non consiglio di usarla con pietre nuove o che necessitano di una purificazione più profonda.

Oltre a quelli che vi ho elencato ne esistono altri, ad esempio usando il Reiki (per chi ha un secondo livello) oppure con l’esposizione ai raggi Lunari o ponendoli sopra una drusa di ametista.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...