Simboli magici della tradizione islandese

Si tratta di simbolici magici appartenenti alla tradizione islandese e sono presenti in un gran numero di manoscritti redatti tra il XVII ed il XIX sec.
L’origine di questa magia islandese è difficile da accertare. Alcuni di questi segni sembrano essere derivati dal misticismo medievale e rinascimentale, mentre altri mostrano una qualche relazione con la cultura runica.
Alcuni doveva essere accompagnati da riti macabri e folkloristici, però li metto lo stesso per conoscenza xD

Að fá stúlku
200px-Icelandic_Magical_Stave_adfastulku.svg
Usato per conquistare una donna.
Questo segno veniva scritto nel palmo della mano destra con il sangue della punta del pollice della mano sinistra.
Si doveva poi prendere la mano della ragazza e recitare (lo lascio in inglese):

My hand I lay in yours, my will in yours. May your bones burn lest you love me as much as I love you. These words shall be as passionate and powerful as eternity. All magic and sorcery turn your mind towards love of me and may all those who inhabit supterranean abodes assist me in this.

Ægishjálmur
200px-Aegishjalmr.svg
Di questo simbolo esistono diverse varianti (per lo più cambia la forma finale delle braccia). Il suo scopo era proteggere dagli abusi di potere e suscitare timore negli altri; doveva essere intagliato in piombo e premuto contro la propria fronte. Viene citato anche nell’ Edda.

Angurgapi
200px-Icelandic_Magical_Stave_angurgapi.svg
Veniva inciso nei fondi dei barili, ma non ne si conosce lo scopo.

Brýnslustafir
200px-Icelandic_Magical_Stave_brynslustafir.svg
Il segno in alto veniva inciso sopra una pietra da affilatura e quello in basso sotto di essa.

Draumstafir
200px-Icelandic_Magical_Stave_draumstafir.svg
Doveva essere inciso su una placca d’argento o su del cuoio bianco durante la notte del Solstizio d’estate.
Serviva a permettere di sognare ciò che si desiderava.

Dreprún
200px-Icelandic_Magical_Stave_dreprun.svg
Serviva a far morire alcuni capi del bestiame di un nemico. Doveva essere disegnato su di un pezzo di carta e seppellito nella terra in cui pascolavano gli animali.

Feingur
200px-Icelandic_Magical_Stave_feingur.svg
Simbolo di fertilità che serviva a far rimanere incinta una ragazza.
Lo si doveva disegnare su un pezzo di formaggio e e farglielo mangiare.

Gapaldur
200px-Icelandic_Magical_Stave_gapaldur.svg
Ginfaxi
200px-Icelandic_Magical_Stave_ginfaxi.svg
Questi due simboli erano complementari: uno andava posto nella scarpa sinistra e uno nella scarpa destra. Servivano a vincere gli incontri di lotta maschile.

Hólastafur
200px-Icelandic_Magical_Stave_holastafur.svg
Teoricamente, permetteva di aprire le colline. Doveva essere disegnato su un ramo di sorbo utilizzando del sangue prelevato da sotto la propria lingua. Battendo poi con il bastone sulle roccie o sulle colline queste si sarebbero aperte.

Kaupaloki
200px-Icelandic_Magical_Stave_kaupaloki.svg
Per favorire il commercio e gli affari doveva essere inciso o disegnato sul un pezzo di faggio e portato al collo.

Lásabrjótur
200px-Icelandic_Magical_Stave_lasabrjotur.svg
Serviva per aprire una porta senza avere la chiave.
Si doveva soffiare sul buco della serratura e poi cantare:
“I blow into the lock ‘til its cylinder rattles and roars,
while hissing a bellyfat whistle.
May the fiend’s foul breath blow fierce into the keyhole;
may the trolls tear it open;
may Puck’s partisan imps pull it apart.
Bend back the bolt, all ye devil’s urchins;
spring the shackle, all ye scoundrel spirits.”

Máladeilan
Serviva per assicurarsi la vittoria nei processi.
Doveva essere disegnato su un pezzo di lignite con il sangue del setto nasale e tenuto al petto. portandone un altro sulla schiena si avrebbe vinto la causa a prescindere dalla verità.

Nábrókarstafur
Doveva essere disegnato sulla pelle di uomo morto che fosse stato seppellito nel cimitero della chiesa. Poi doveva essere nascosto insieme con una moneta rubata ad una povera vedova, così il denaro si sarebbe moltiplicato.

Óttastafur
200px-Icelandic_Magical_Stave_ottastafur.svg
Lanciato ai piedi di un nemico avrebbe causato in lui paura e timore.

Rosahringur minni
200px-Icelandic_Magical_Stave_rosahringurminni.svg
Si trattava di una protezione contro i fantasmi e la stregoneria, che doveva essere disegnata sulla pella di una cagna marrone, con il sangue di una gatto nero ucciso durante una notte di luna piena.
Si doveva anche recitare:
I crave help from the earth, victory from the sun, happiness from the moon, assistance from the stars, and strength from the angels of God.”
Se il segno veniva usato contro un fantasma fulmine o un demone, vi si doveva sputare o orinare sopra, recitando:
Undan vindi vondan sendi,
óskir ferskar raski þrjóskum,
galdurs eldur gildur holdið
grenni, kenni og innan brenni.
Eyrun dára örin særi,
eitrið ljóta, bíti hann skeytið,
allur fyllist illum sullum
eyði kauða bráður dauði.

Smjörhnútur
200px-Icelandic_Magical_Stave_smjorhnutur.svg
Veniva inciso sul burro per assicurarsi che non fosse stato fatto con il latte rubato da un tilberi.

Stafur gegn galdri
200px-Icelandic_Magical_Stave_stafurgegngaldri.svg
Proteggeva dalla stregoneria. Doveva essere indossato.

Stafur til að vekja upp draug
200px-Icelandic_Magical_Stave_stafurtiladvekjauppdraug.svg
Questo segno era usato per risvegliare i morti, ma anche per scacciare fantasmi e spiriti maligni. Deve essere scolpito sulla pelle di una testa di cavallo con una miscela di sangue di foca, volpe e uomo. Si doveva recitare:ùÞykkt blóð, þreytast rekkar.
Þjóð mörg vos öld bjóða,
grand heitt, gummar andast,
glatast auður, firrast snauðir.
Hætt grand hræðast dróttir
hríð mörg, vesöld kvíða,
angur vænt, ærnar skærur.
Illur sveimur nú er í heimi.

Þjófastafur
200px-Icelandic_Magical_Stave_thjofastafur.svg
Proteggeva dai ladri.

Tóustefna
200px-Icelandic_Magical_Stave_toustefna.svg
serviva a proteggere il bestiame dalle volpi. Doveva essere disegnato su un pezzo di quercia e seppellito sotto l’entrata della stalla, oppure lo si poteva appendere addosso al capobraco.

Varnarstafur Valdemars
200px-Icelandic_Magical_Stave_valdemar.svg
Serviva per aumentare benessere e felicità. Poteva anche essere usato per proteggersi dai malintenzionati.

Vatnahlífir
200px-Icelandic_Magical_Stave_vatnahlifir.svg
Proteggeva durante l’attraversata di un fiume.

Vegvísir
200px-Vegvisir.svg
Bussola che serviva per non perdersi durante il cattivo tempo.

Veiðistafur
200px-Icelandic_Magical_Stave_veidistafur.svg
Doveva essere disegnato con una penna di corvo, usando sangue di scricciolo. Favoriva la caccia.

Fonti:
www.vestfirdir.is/
http://en.wikipedia.org/wiki/Icelandic_magical_staves

Annunci

One comment

  1. E’ da tantissimo che non passavo di qua…non havuto tempo ç_ç
    I tuoi articoli sono sempre molto belli! Secondo te questi simboli si potrebbero usare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...