Diario di bordo 1

Due giorni in Giappone e già ho notato un sacco di differenze con l’Italia. Comunque, mi serviva proprio cambiare aria e staccare (quasi) da tutto.

I giapponesi sono persone molto educate e disponibili, almeno con noi. Molti ti salutano anche per strada (cosa inconcepibile in Italia), altri si fermano di loro spontanea iniziativa per chiederti se ti serve aiuto e se chiedi indicazioni capita che ti accompagnino dove devi andare anche se ciò significa allungarsi la strada di un pezzo o tornare indietro (a meno che non siano proprio di fretta suppongo).

Il problema, che poi tanto problema non è visto che in qualche modo ci si capisce lo stesso, è che loro l’inglese lo parlano e lo capiscono poco o niente. Se pensate di andarci preparatevi.

I treni spaccano il minuto e sono numerossisimi, altro che da noi dove Trenitalia di fa diventare tubercolitico con i suoi dieci quindici minuti di ritardo accademico. Senza contare quando ne fa di più.

Inoltre, i treni giapponesi sono pulitissimi, come del restoanche le strade. Carte per terra non ce sono (eppure i cestini sono quasi inesistenti) e nemmeno mozziconi di sigaretta visto che è vietato fumare per strada al di fuori delle zone apposite (purtroppo però nei locali si può fumare così capita di mangiare con il fumatore in parte e non è molto bello…)

In generale comunque abbiamo molto da imparare.

Giappone 1 -Italia 0

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...